venerdì 30 aprile 2010

MRD - Max Racing Designs

Il mio viaggio attraverso il mondo dei designer di caschi continua ed è arrivato il momento di presentarvi un'altra firma italiana che elabora splendide grafiche: la MRD, acronimo di Max Racing Designs.
Max, il fondatore, che desidero ringraziare per le belle foto, ci introduce brevemente nella storia della sua azienda e ci presenta una serie di caschi da lui realizzata tenendo conto dei gusti e delle richieste di coloro che gli affidano la decorazione del prezioso oggetto.
Se avete intenzione di aerografare il vostro casco il talento di Max può fare al caso vostro!

Complimenti!

Francè


"MRD" è l'acronimo di Max Racing Designs perchè credo che le mie grafiche si identificano principalmente nel mondo delle corse. Tutto è iniziato con il mio primo casco verniciato in modo molto approssimativo ma per me molto significativo in quanto era il mio primo casco personalizzato. Certo, oggi quando lo riguardo mi domando come potevo essere soddisfatto di tale lavoro. Ad ogni modo, questa è stata la partenza, e oggi mi ritrovo a decorare caschi un pò per tutte le categorie motoristiche.

Questi sono alcuni dei piloti che mi affidano la personalizzazione dei loro caschi: Claudio Corti (Moto2) con il quale c'è un rapporto che va oltre la decorazione del casco (un amico), Alex Salvini (MX3), Matteo Grattarola (Campione italiano Trial), Davide Uboldi (Campione Italiano Prototipi), Stefan Merriman (Enduro), Raymond Schouten (Superstock 1000), Giorgio Rocca (Sci), Lorenzo Alfonsi (Superstock 1000), Riccardo Chiarello (Superstock 1000) e Salvatore Tavano (pilota Seat)."

Max


Agv Corti 2010
"Questo è il casco che Claudio Corti utilizzerà questa stagione in Moto2. La grafica si ispira ad un casco già realizzato per lui nel 2005: anno in cui vinse l'Europeo Stock 600."



Suomy Corti Test Moto2
"Casco utilizzato da Corti nei test invernali con la Moto2. Base nera opaca con una linea a rappresentare le pulsazioni del cuore. Sui lati la scritta Corti e in inglese Shorts."




Suomy Corti Monza "Piro Tribute" 2009

"Questo casco per la gara di Monza 2009 è una idea di Claudio per ringraziare Pirovano, allora con lui in Suzuki. La grafica riprende una usata dal Piro in passato."



Bye Corti
"Questo casco di Claudio è tutto da descrivere, anche se non ha avuto molta fortuna (caduta alla prima variante di Monza) rimane un casco a cui sono molto affezionato. Il blu è tutto glitter, da un lato c'è il numero 71 dall'altro, la scritta settantuno che riproduce fedelmente il tatuaggio che lui ha sul braccio e dietro il nome, il tutto è stato realizzato con la foglia d'oro, nel bianco di fondo ci sono fiori, farfalle e il tricolore."





Davida
"Casco Davida con un grosso fumetto/caricatura da super motard da un lato a rappresentare la passione del committente. Dall'altro lato il suo numero di gara."



Lazer Cross
"Casco da cross con "Sampei il pescatore" voluto da un pilota (si intuisce quale sia il suo hobby)."



Shoei Merriman Six Days 2008

"Stefan Merriman per la sei giorni di enduro in Grecia nel 2008. Il disegno da realizzare mi è stato inviato dalla federazione Australiana."


Suomy Max
"Questo è uno dei miei,lo si può intuire dal gatto sul retro. I love Cats!!!!"



Shoei Cross
"Shoei da cross con teschio in assetto da combattimento e due bombe sui lati ."


Arai Tavano

"Arai Gp5 per Salvatore Tavano pilota Seat.Salvatore ha voluto assolutamente la bandiera Italiana così con le gocce perchè nella sua carriera ha sempre utilizzato questa grafica. Per tutto il resto mi ha lasciato carta bianca."



Arai
"Arai Gp5, per un pilota di kart."


Arai Ktm
"Arai con colorazione e grafica KTM."



Foto: MRD

Fonte: Racing Helmets Garage

mercoledì 28 aprile 2010

Ktm RC8 "Ultimate" by Steve Motorcycle Supply

Considero la Ktm RC8 la sportiva di grande serie più originale presente sul mercato e mi dispiace che i motociclisti italiani non abbiano apprezzato le sue linee spigolose disegnate dal noto designer Kiska. Il prezzo elevato, giustificato in parte dall'ottima componentistica, ma soprattutto dall'avere come diretta rivale la bellissima Ducati 1198 - riferimento assoluto tra le twin ad alte prestazioni - sono elementi che indiscutibilmente hanno inficiato sul negativo andamento delle vendite di questa gran bella moto.

Con molto piacere vi presento una versione "Ultimate" della bicilindrica austriaca, scovata in Giappone dal concessionario Steve Motorcycle Supply.
Questa RC8 è davvero molto particolare se la si osserva con un occhio attento ai dettagli. Il look è rimasto invariato e ad un'occhiata fugace l'unico elemento che risalta immediatamente è la splendida colorazione arancio fluo, decisamente più appropriata all'indole racing della moto, rispetto alle livree di serie proposte dalla Ktm.

Ad uno sguardo più attento emergono parti strutturali che gli appassionati del leggerissimo carbonio non potranno non ammirare. Con questo prezioso materiale infatti è stato realizzato un procedimento "di copertura", denominato Protec, che ha coinvolto il telaio, i cerchi, il forcellone, le carene (con il logo RC8 ricavato sotto vernice) e anche i bellissimi piedini forcella!
Il lavoro eseguito è a dir poco meraviglioso ed è stato realizzato dalla Carbon Dry Japan, nome presente anche sulle carene di questa RC8 "Ultimate".

Il sito completamente in giapponese purtroppo non mi permette di entrare nei dettagli, ma devo ammettere che questa bicilindrica non è mai stata cosi attraente come ora!

Splendida!

Francè























Foto: Steve Motorcycle Supply e Carbon Dry Japan

lunedì 26 aprile 2010

Doohan e la sicurezza

L'inizio della primavera sancisce indiscutibilmente l'apertura della stagione motociclistica. Il clima temperato favorisce l'uso della nostra amata motocicletta e, purtroppo, inaugura anche un macabro aumento degli incidenti stradali - perlopiù mortali - spesso dovuti ad un insufficiente rispetto del codice stradale, sia da parte degli automobilisti che dei motociclisti.
Il video in basso (che ha come testimonial il cinque volte campione del mondo della classe 500 Mick Doohan), mostrando alcuni incidenti avvenuti in Motogp, illustra chiaramente con quale velocità, per strada, è facile mettersi nei pasticci.
L'utilizzo di un abbigliamento protettivo è indispensabile ma, purtroppo, non rende immortali se non si guida consapevolmente la moto.

Francè




Video: YouTube

venerdì 23 aprile 2010

Fondazione Tourist Trophy Puglia

L'idea di correre una gara stradale motociclistica in Puglia è venuta all'amico Anthony of Coasts del blog Reparto Corse Numero 6, dopo essere rimasto ammaliato dal percorso che ha effettuato con la sua moto e che ha tracciato sulla mappa che potete osservare nella prima immagine in basso.
Le curve si estendono nel cuore della Puglia e più precisamente nella zona della Selva di Fasano, nei pressi di Monopoli.

Conoscendo il luogo personalmente, posso garantire che le curve, l'asfalto e soprattutto il contesto nel quale si svolgerebbe una gara del genere sono veramente da "nirvana motociclistico". La manifestazione potrebbe essere creata per una causa a scopo benefico (da definire) ed un eventuale successo della stessa garantirebbe anche un interesse turistico nella (splendida) zona.

Al momento l'idea per poter essere realizzata, ha bisogno non solo del sostegno dei motociclisti appassionati di Road Races ma anche di idee, della collaborazione e dell'esperienza dei motociclisti del luogo per poter essere concretizzata.

Chiunque fosse interessato è invitato ad iscriversi al gruppo "Fondazione Tourist Trophy Puglia" sul noto social network Facebook, in modo tale da snocciolare idee e soprattutto contribuire alla realizzazione di un Tourist Trophy made in...Puglia!

Forza!

Francè











Foto: Racing Cafè e Reparto Corse Numero 6

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...